Pagina:La Donna e il suo nuovo cammino.pdf/145

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Gentili Signore,

Debbo assolvere oggi un compito, più che difficile, assai delicato. Perchè se in questo ciclo di conferenze, dopo una serie di letture che hanno trattato di problemi specifici concernenti la Donna, e relativi alla sua educazione, ai suoi rapporti con la scuola, al suo lavoro, ai suoi nuovi orientamenti nella vita familiare, sociale e politica, se ricade ora a me il tema: Fratellanza e Morale che può applicarsi a tutto il genere umano senza distinzione di sesso, io sento quanto sia arduo svolgere questo tema nei soli riguardi femminili. Parlare infatti della necessità di sviluppare fra le donne maggiore spirito di fratellanza, e d’infondere in esse più profondo senso morale, può parere quasi un volere affermare che negli uomini queste virtù sieno già forti e sviluppate, mentre Dio sa quanto l’Umanità — uomini e donne in ugual misura — sia ancora lontana da quello stato ideale in cui prossimo e fratello diventano termini sinonimi.

D’altra parte dalla casistica si deve salire alla filosofia; ed è naturale e giusto, che dopo avere studiato i varii problemi femminili specifici e pratici, si