Pagina:La Donna e il suo nuovo cammino.pdf/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la donna e il suo nuovo cammino 5


il valore femminile, ma intento di riconoscimento di giustizia da un lato, d’avvertimento dall’altro della necessità di un equilibrato sviluppo psichico, perchè la donna possa non perdere il frutto che in quest’ora l’opera da essa svolta ha seminato. Io oggi non accennerò che di sfuggita a certi punti salienti che sono come il fulcro di tale equilibrio; e quindi di un potere psichico che noi donne dobbiamo raggiungere come stabile forza interiore, e non soltanto come effetto momentaneo di un impulso di bene e di opera dovuto alle speciali condizioni del momento.

Come in tutte le cose e le manifestazioni di questa vita vi sono due correnti disparate di giudizii intorno al contributo della donna: quella di coloro che le negano ogni valore, o che peggio, la denigrano, quella di coloro che ne innalzano alle stelle il portato. E tra queste due una terza più equa a cui si potrebbe aggiungerne anche una quarta, quella di coloro che non si occupano di alcun problema sociale e che trovan più comodo il non aver opinione. A tale proposito siamo convinte che nel nuovo assettamento che verrà prendendo la società latina dopo la guerra, la donna sarà chiamata come lo è stata oggi per la necessità stessa delle cose, a portare il più vivo contributo non soltanto nel ristretto cerchio della famiglia, ma anche in quello più vasto della vita sociale e politica, sopratutto nell’interiore valore morale di essa.

Ho detto ristretto ambito della famiglia, ma può chiamarsi ristretto quando ogni individuo che fa parte della vita sociale, appartiene alla famiglia e da essa riceve la prima impronta individuale, che lo farà poi membro di una più vasta collettività?

Dato tale concetto generale noi siamo partite da concetti più particolari rispetto alla formazione del ca-