Pagina:La Donna e il suo nuovo cammino.pdf/63

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Storia di una bambola... La scarpina di Cenerentola... La bella che s’addormenta nel bosco... Una fatina dagli occhi azzurri e dai capelli d’oro...

I maschietti — usciti dai banchi della scuola e superati i primi passi incerti delle letture — già nei primi libri trovano altrettanti eroi, — che nei ricordi e nelle nostalgie dell’infanzia lontana li accompagnano poi per tutta la vita: eroi e protagonisti di una minuscola esistenza — cavalieri erranti di cicli microscopicamente avventurosi: Giannetto, Giannettino, Minuzzolo, Pinocchio, Poum, le Petit Trott...

Quale è l’eroina viva, umana, di un libro per bimbe? La donna appare già allora, nei libri per i piccoli, più come una drámatis persona — fatta di leggerezza, di impulso o di bontà, come il fragile essere che in Cappuccetto Rosso crede alle lusinghe del lupo, — ovvero anche come una fata dagli occhi color di cielo, chiusa tra veli di stelle — illuminata da fiamme divine — con lunghi strascichi regali sorretti da teorie di paggi...: essa occupa su per giù, nei libri per i bimbi, — la parte che occuperà poi presso gli uomini — nella vita che chiamiamo seria...