Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/534

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Eccellenza e vantaagi PROVEEBI, 2, 3. della Sapienza.

Eccellenza e vantaggi della Sapienza. O FIGLIUOL mio, se tu ricevi i miei ^ detti, e riponi appo ta i miei comandamenti;

Rendendo il tuo orecchio attento alia

sapienza; se tu inchini il tuo cuore all’intendimento;

E sc tu chiami la prudenza, e dai fuori

la tua voce all’intendimento;

Se tu lo cerchi come l’argento, e l’investighi

come i tesori;

Allora tu intenderai il timor del Signore,

e troverai la conoscenza di Dio.

Perciocche il Signore d^ la sapienza ^

dalla sua bocca procede la scienza e F intendimento,

Egli riserba la ragione a’ diritti; egli

e lo scudo di quelli che camminano in integrity;

Per guardare i sentieri di dirittura, e

custodire la via de’ sudi santi.

Allora tu intenderai giustizia, giudicio,

e dirittura, e ogni buon sentiero.

Quando la sapienza sarh, entrata nel

cuor tuo, e la scienza sara dilettevole alr anima tua;

L’avvedimento ti preservera, la prudenza

ti guardera;

Per liberarti dalla via malvagia, dagli

uomini che parlano di cose perverse;

I quali lasciano i sentieri della dirittura,

per camminar per le vie delle tenebre

I quali si rallegrano di far male, e

festeggiano nelle perversity di malizia^’;

I quali son torti nelle lor vie, e traviati

ne’ lor sentieri.

Per iscamparti ancora dalla donna

straniera; dalla forestiera che parla vezzosamente <^;

La quale ha abbandonato il conduttor

della sua giovanezza, e ha dimenticato il patto del suo Dio.

Conciossiach6 la casa di essa dicliini

alia morte, e i suoi sentieri a’ giganti.

Niuno di coloro ch’entrano da essa

non ne ritorna, e non riprende i sentieri della vita.

Acciocche ancora tu cammini per la

via de’ buoni, e osservi i sentieri de’ giusti,

Perciocche gli uomini diritti abiteranno

la terra, e gli uomini intieri rimarranno in essa.

Ma gli empi saranno sterminati dalla

terra, e i disleali ne saranno divelti. Q FIGLIUOL mio, non dimenticare il

  • ^ mio insegnamento; e il cuor tuo

guardi i miei comandamenti; 2 Perche ti aggiugneranno lunghezza di giorni, e anni di vita, e prosperita.

Benignitk e verita non ti abbandoneranno; legateli in su la gola, scrivili in su

la tavola del tuo cuore;

E tu troverai grazia e buon senno appo

Iddio, e appo gli uomini.

Contidati nel Signore con tutto il tuo

cuore; e non appoggiarti in su la tua prudenza.

Riconoscilo in tutte le tue vie, ed egli

addirizzer^ i tuoi sentieri.

Non reputarti savio appo te stesso*";

temi il Signore, e ritratti dal male.

Cib sark una medicina al tuo bellico, e

un inaffiamento alle tue ossa.

Onora il Signore con le tue facolta, e

con le primizie d’ogni tua rendita/;

E i tuoi granai saran ripieni di beni

in ogni abbondanza, e le tue tina traboccheranno di mosto.

Figliuol mio, non disdegnar la cor-’

rezione del Signore; e non ti nncresca il suo gastigamento;

Perciocche il Signore gastiga chi egli

ama; anzi come un padre il fighuolo clC egli gradisce^.

Beato l’uomo che ha trovata sapienza,

e r uomo che ha ottenuto intendimento.

Perciocche il traffico d’essa e migliore

che il traffico dell’argento, e la sua rendita e migliore che l’oro.

Ella ^ più preziosa che le perle; e

tutto cio che tu hai di più caro non la pareggia ’».

Lunghezza di giorni e alia sua destra;

ricchezza e gloria alia sua sinistra.

Le sue vie son vie dilettevoli, e tutti i

suoi sentieri sono pace^.

Ella e un albero di vita a quelli che si

appigliano ad essa; e beati coloro che la ritengono.

II Signore ha fondata la terra con

sapienza; egli ha stabiliti i cieli con intendimento,

Per lo suo conoscimento gli abissi

furono fessi, e l’aria stilla la rugiada.

Figliuol mio, non dipartansi giammai

queste cose dagli occhi tuoi; guarda la ragione e l’avvedimento;

E quelle saranno vita all’anima tua,

e grazia alia tua gola.

Allora camminerai sicuramente per

la tua via, e il tuo pie non incappera.

Quando tu giacerai, non avrai spavento;

e quando tu ti riposerai, il tuo sonno sark dolce’.

Tu non temerai di subito spavento,

nh della ruina degli empi, quando ella avverrk.

Perciocche il Signore sark al tuo

fianco, e guard crk il tuo pie, che non sia preso. " Giac. 1. 5. * Giov. 3. 19, 20. " Rom. 1. 32. ^ Prov. 5. 3. 20; 6. 24; 7. 5, ecc. * Rom. 12. 10. /Es. 22. 29, l’Giob.,’). 17, Sal, 94. 12. Eb. 12. 5, ecc.» Mat. 13. 44-46. < Mat. 11. 29, 30. ’ Sal. 4. 8.