Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/72

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Il popolo accampato ESODO, 19. 20. a piè del Sinai.

capi di cinquantine, e capi di diecine.

26  E quelli doveano render ragione al popolo in ogni tempo; essi rapportavano a Mosè gli affari difficili, e giudicavano ogni piccolo affare.

27  Poi Mosè accommiatò il suo suocero, ed egli se ne andò nel suo paese.

Patto di Dio col popolo nel Sinai.

19  NEL primo giorno del terzo mese, da che i figliuoli d’Israele furono usciti del paese di Egitto, in quell’istesso giorno arrivarono nel deserto di Sinai.

2  Essendo adunque partiti di Refidim, arrivarono nel deserto di Sinai, e si accamparono nel deserto. Ed essendo Israele accampato quivi dirimpetto al monte1,

3  Mosè salì a Dio; e il Signore gli gridò dal monte, dicendo: Di’ così alla casa di Giacobbe, e dichiara questo a’ figliuoli d’Israele.

4  Voi avete veduto ciò che ho fatto agli Egizj, e come vi ho portati come sopra ale di aquile, e vi ho menati a me.

5  Ora dunque, se voi del tutto ubbidite alla mia voce, e osservate il mio patto, voi mi sarete un tesoro riposto d’infra tutti i popoli2 ; conciossiachè tutta la terra sia mia.

6  E mi sarete un Reame sacerdotale3, e una gente santa4. Queste son le parole che tu dirai a’ figliuoli di Israele.

7  Mosè adunque venne, e chiamò gli Anziani del popolo, e propose loro tutte queste parole, che il Signore gli avea comandate.

8  E tutto il popolo rispose ad una, e disse: Noi faremo tutto quello che il Signore ha detto. E Mosè rapportò al Signore le parole del popolo.

9  E il Signore disse a Mosè: Ecco, io verrò a te in una folta nuvola5, acciocchè il popolo oda quando io parlerò teco, ed anche ti creda in perpetuo. Ora, dopo che Mosè ebbe rapportate le parole del popolo al Signore, il Signore gli disse:

10  Vattene al popolo, e santificalo oggi e domani, e fa’ che lavino i lor vestimenti.

11  E che sieno presti per lo terzo giorno; perciocchè al terzo giorno il Signore scenderà in sul monte di Sinai, nel cospetto di tutto il popolo.

12  E tu poni de’ termini al popolo attorno attorno, dicendo: Guardatevi di salire al monte, o di toccar pur l’estremità di esso: chiunque toccherà il monte del tutto sarà fatto morire.

13  Niuna mano tocchi un tale; anzi del tutto sia lapidato o saettato; o bestia, od uomo che egli si sia, non viva; quando il corno sonerà alla distesa, allora salgano essi verso il monte.

14  E Mosè scese dal monte al popolo, e santificò il popolo, ed essi lavarono i lor vestimenti.

15  Ed egli disse al popolo: Siate presti per lo terzo giorno; non vi accostate a donna.

16  E al terzo giorno, come fu mattina, si fecero tuoni e folgori; e vi era una folta nuvola in sul monte, insieme con un suon di tromba molto forte; e tutto il popolo ch’era nel campo tremava.

17  E Mosè fece uscire il popolo fuor del campo, incontro a Dio; e si fermarono appiè del monte.

18  Or il monte di Sinai fumava tutto; perciocchè il Signore era sceso sopra esso in fuoco; e il fumo ne saliva a guisa di fumo di fornace; e tutto il monte tremava forte.

19  E il suon della tromba si andava vie più rinforzando grandemente; e Mosè parlava, e Iddio gli rispondeva per un tuono.

20  Il Signore adunque scese in sul monte di Sinai, sulla sommità del monte, e chiamò Mosè alla sommità del monte. E Mosè vi salì.

21  E il Signore disse a Mosè: Scendi, protesta al popolo, che talora egli non rompa i termini, e non si appressi al Signore per riguardare; onde molti di essi caggiano morti.

22  I sacerdoti eziandio, che si appressano al Signore, si santifichino; che talora il Signore non si avventi sopra loro.

23  E Mosè disse al Signore: Il popolo non può salire al monte Sinai; conciossiachè tu ci abbi protestato, dicendo: Poni de’ termini a questo monte, e santificalo.

24  E il Signore disse a Mosè: Va’, scendi; poi monta tu, ed Aaronne teco; ma i sacerdoti, e il popolo non rompano i termini, per salire al Signore, che talora egli non si avventi sopra loro.

25  E Mosè discese al popolo, e gliel disse.


I dieci comandamenti

20  ALLORA Iddio pronunziò tutte queste parole6, dicendo:

2  Io sono il Signore Iddio tuo, che ti ho tratto fuor del paese di Egitto, della casa di servitù.

3  Non avere altri dii nel mio cospetto7 .

4  Non farti scultura alcuna, nè immagine alcuna di cosa che sia in cielo di sopra, nè di cosa che sia in terra di sotto, nè di cosa che sia nell’acque di sotto alla terra8.

5  Non adorar quelle cose, e non servir loro; perciocchè


  1. Es. 3. 1,12
  2. Tit. 2. 14
  3. 1 Piet. 2. 5,9 Apoc. 1. 6
  4. 1 Cor. 3. 17
  5. Mat. 17. 5
  6. Deut. 5. 6-21
  7. 1 Sam. 7. 3 Mat. 4. 10
  8. Lev. 26. 1

64