Pagina:La capanna dello zio Tom, 1871.djvu/140

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 130 —

la capanna dello zio tom


Il passeggiero trasse fuori un zolfanello, accese un sigaro, e prese a dirgli:

— «Bel capo di merce è quello che avete là, straniero.»

— «Pare anche a me che sia discretamente bella» disse Haley gettando una fumata.

— «La conducete forse nel Sud?» chiese l’altro.

Haley accennò di sì, e continuò a fumare.

— «In qual piantagione?»

— «Sono incaricato — rispose Haley — di fornire, per uso di una piantagione, una mandra di negri, e penso di mettervi quella giovane. Mi dissero che era buona cuciniera; e potranno valersene a questo servizio, oppure adoperarla in filar cotone. Ho badato che ha dita molto acconcie a quest’uopo. Venderla bene, ecco il tutto,» ed Haley riprese il sigaro.

— «Probabilmente in una piantagione non sapranno che farsi del bimbo.» Disse il passeggiero.

— «Lo venderò alla prima occasione,» rispose Haley, accendendo un altro sigaro.

— «Suppongo che lo darete a buon prezzo,» rispose il forestiero, montando sopra un mucchio di balle e adagiandovisi comodamente.

— «Non saprei dirvelo — rispose Haley; — è un diavolotto, bello, vispo, vigoroso; ha carni dure come il marmo.»

— «È vero; ma quanta fatica, quanta spesa per allevarlo!»

— «Ba! — soggiunse Haley — non vi è animale che si educhi più facilmente; non darà maggior fastidio che non dia un cagnuolino. Tra un mese, camminerà da per tutto.»

— «Avrei un buon podere, dove allevarlo, e ho intenzione di acquistarne qualcuno — disse l’altro, — Nella scorsa settimana, la mia cuciniera perdè un figlio, il quale si annegò in un secchio mentre ella spiegava la sua biancheria; credo che farei bene a darle questo da allevare.»

Haley e lo straniero fumarono un momento in silenzio, poichè nè l’un ne l’altro parea disposto ad entrare risolutamente in discorso. Alla fine lo straniero cominciò a dire:

«Poichè dovete disfarvi di quel bimbo, credo che non chiederete più di dieci dollari?»

Haley crollò il capo e sputò con aria disdegnosa.

— «È impossibile» diss’egli; e continuò a fumare.

— «Ebbene, straniero, quanto ne domandate?»

— «Potrei — rispose Haley — allevarlo io stesso o farlo allevar per mio conto; è sano, robusto più che altri mai; di qui a sei mesi può va-