Pagina:La guerra del vespro siciliano.djvu/107

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[1277-81] del vespro siciliano. 91

a ringrandir Giovanni e rendere più patetici i suoi casi, che volontario ivane in bando, trafitto di mortal rancore perchè uomini francesi per violenza contaminasser la moglie e la figliuola di lui, uccidessero il figlio che difendeale; e di tanto misfatto negassegli giustizia il re1. Ma non sì drammatico appar questo esilio dai documenti, che attestan Giovanni fatto ribelle innanzi il milledugentosettanta, probabilmente per la guerra di Corradino, e se gittan qualche barlume su i suoi domestici torti, dan

    • Petrarca, Itinerario Siriaco.
    • Gio. Villani, lib. 7, cap. 57.
    • Boccaccio, De casibus virorum illustrorum, lib. 9, cap. 19.
    Veg. altresì il cominciamento della istoria anonima della cospirazione del Procida, tralasciato dal di Gregorio nella sua Biblioteca aragonese, che leggesi tra’ citati Mss. della Bibliot. com. di Palermo, Q. q. e si trova pubblicato nell’opera di Buscemi, doc. n.4.