Pagina:Laerzio - Vite dei filosofi, 1842, I.djvu/157

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
126 capo v, socrate

quattro, Eschine, Fedone, Euclide, Aristippo. Ma prima noi dobbiamo parlare di Senofonte, poi di Antistene, nei Cinici; quindi dei Socratici, e così di seguito di Piatone, perchè fu capo delle dieci sette, e da lui si istituì la prima Accademia. La successione adunque sia per tal modo.

XXVII. Vi fu anche un altro Socrate, istorico, il quale descrisse partitamente il paese di Argo; un peripatetico, di Bitinia; un poeta epigrammatico; e quello di Coo, che scrisse dei soprannomi degli dei.