Pagina:Laerzio - Vite dei filosofi, 1845, II.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ANNOTAZIONI




LIBRO TERZO




CAPO PRIMO.


Antistene.


„I capelli negletti e la lunga barba (del nostro ritratto) corrispondono appieno alle descrizioni che gli antichi ci hanno fatte di questo filosofo. Non havvi indole umana che sia stata meglio svelata dalla propria fisionomia, di quella di Antistene. Questo volto potrebbesi tenere per un modello del bello ideale d’una figura esprimente uu austero cinico sgridatore. — I ritratti di Antistene si fanno ammirare in molte raccolte di antichità, ed io attribuisco la sollecitudine di moltiplicare le immagini del capo dei Cinici alla riverenza che gli Stoici, al pari di costoro avevano per Antistene, fondatore della loro setta la quale era in grande riputazione a Roma verso gli anni della repubblica ed anche più tardi, segnatamente nella classe dei giureconsulti.“ - E. Q. Visconti.

Il busto del museo capitolino, secondo il sig. Verity di Parigi, offre più o meno sviluppati i seguenti organi: Larghi i percettivi, e dello spirito. Piuttosto larghi que’ della ri-