Pagina:Le avventure d'Alice nel paese della meraviglie.djvu/192

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
176 testimonianza d’alice.

lesse dal suo libriccino “Regola quarantaduesima. Ogni persona, la cui altezza supera il miglio, deve uscire dal Tribunale.

Ognuno riguardò Alice.

“Io non sono alta un miglio,” disse Alice.

“Sì che lo siete,” rispose il Re.

“Quasi due miglia d’altezza,” soggiunse la Regina.

“Ebbene, poco mi cale, ma non andrò via,” disse Alice, “oltre a ciò quella non è una regola regolare; l’avete inventata ora.”

“Che! è la più vecchia regola nel libro,” rispose il Re.

“Allora dovrebbe essere la regola prima,” disse Alice.

Il Re impallidì, e chiuse il taccuino in fretta. “Ponderate il vostro verdetto,” disse, rivolgendosi a’ giurati, ma con voce sommessa e tremolante.

“Maestà vi sono altre testimonianze,” disse il Coniglio bianco, sbalzando in piedi. “Giusto adesso abbiam trovato questo foglio.”

“Che c’è dentro?” domandò la Regina.