Pagina:Le avventure d'Alice nel paese della meraviglie.djvu/47

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

e racconto con la coda. 31


governo papale, fu presto secondato dal Re di Napoli, e dalle truppe della Regina di Spagna — — ’”

“Uff!” fece il Lori, con un brivido.

“Scusi!” disse il Sorcio tutto accigliato, ma con molta civiltà: “Diceva qualche cosa?”

“Le pare!” rispose frettolosamente il Lori.

“Mi era parso di sì,” soggiunse il Sorcio. — “Continuo dunque. ‘Il Re di Napoli e la Regina di Spagna, con Oudinot, sposarono la causa del Papa, ed anche il Granduca di Toscana trovò la cosa — — ’”

“Trovò che cosa?” disse l’Anitra.

“ Trovò la cosa,” replicò vivamente il Sorcio: “ella sa che significa ‘la cosa.’”

“Sò bene che significa ‘la cosa’ quando io trovo qualche cosa,” rispose l’Anitra: “generalmente trovo un ranocchio o un verme. Or la quistione stà ‘nella cosa,’ che cosa ha trovato il Granduca?”

Il Sorcio non gli badò punto e si affrettò d’andare innanzi, “— trovò la cosa ben fatta cioè di unirsi ad Oudinot, al Re di Napoli ed alla