Pagina:Le avventure di Pinocchio.djvu/256

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Deco Pinocchio.png

XXXIV.


Pinocchio gettato in mare, è mangiato dai pesci, e ritorna ad essere un burattino come prima: ma mentre nuota per salvarsi, è ingoiato dal terribile Pesce-cane.


Dopo cinquanta minuti che il ciuchino era sott’acqua, il compratore disse, discorrendo da sè solo:

— A quest’ora il mio povero ciuchino zoppo deve essere bell’ e affogato. Ritiriamolo dunque su, e facciamo con la sua pelle questo bel tamburo. —

E cominciò a tirare la fune, con la quale lo aveva legato per una gamba: e tira, tira, tira, alla fine vide apparire a fior d’acqua.... Indovinate? Invece di un ciuchino morto, vide apparire a fior d’acqua un burattino vivo che scodinzolava come un’anguilla.

Vedendo quel burattino di legno, il pover’uomo credè di sognare e rimase lì intontito, a bocca aperta e con gli occhi fuori della testa.