Pagina:Le avventure di Pinocchio.djvu/267

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 268 ―


— Insomma… io voglio andarmene di qui… io voglio fuggire…

— Fuggi, se ti riesce!…

— È molto grosso questo Pesce-cane che ci ha inghiottiti? — domandò il burattino.

— Figurati che il suo corpo è più lungo di un chilometro, senza contare la coda. ―

Nel tempo che faceva questa conversazione al buio, parve a Pinocchio di vedere, lontano lontano, una specie di chiarore.

— Che cosa sarà mai quel lumicino lontano lontano? — disse Pinocchio.

— Sarà qualche nostro compagno di sventura, che aspetterà, come noi, il momento di esser digerito!….

— Voglio andare a trovarlo. Non potrebbe darsi il caso che fosse qualche vecchio pesce capace di insegnarmi la strada per fuggire?

— Io te l’auguro di cuore, caro burattino.

— Addio, Tonno.

— Addio, burattino; e buona fortuna.

— Dove ci rivedremo?…

— Chi lo sa?… È meglio non pensarci neppure! —


__________