Pagina:Le avventure di Pinocchio.djvu/269

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 265 ―


bianco, come se fosse di neve o di panna montata, il quale se ne stava lì biascicando alcuni pesciolini vivi, ma tanto vivi, che alle volte, mentre li mangiava, gli scappavano perfino di bocca.

Le avventure di Pinocchio-pag269.jpg

E più andava avanti, e più il chiarore si faceva rilucente.


A quella vista il povero Pinocchio ebbe un’allegrezza così grande e così inaspettata, che ci mancò un ètte non cadesse in delirio. Voleva ridere, voleva piangere, voleva dire un monte di cose; e invece mugolava confusamente e balbettava delle parole tronche e sconclusionate. Final-