Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/119

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IV.


Linee diverse.


Oltre alle suddette vi è in Isvezia una moltitudine di piccole linee a scartamento ridotto, che servono al trasporto dei passeggeri, oltre ad altre infinite pel solo trasporto privato di materiali.

Tutte queste linee sono isolate affatto.

Ecco l’elenco delle principali che servono pei viaggiatori.

lungh. chil.’ 1 scart.a“ apertura Da Soderham a Berwick 17,6 1,20 giugno 1860 » Huddiskvall » Forssa 10, 7 1,20 • 1858 » Atvidaberg a Basbo 10, 7 1,20 » 1859 • Christinelnimn • Sjoàndan 10,7 1, 12 a 1849 » Fryksta ■ Clara Elf 8,0 1,12 . 1848 » Norberg • Engelsberg 16,0 1,20 •’ 1858 • Westman • Barken 16,0 1,20 . 1859

Le rotaje sono generalmente a base piatta, assicurata alle traversine con ramponi; nella parte esterna delle curve, la rotaja è trattenuta da un tacco di legno, che un rampone inchioda sulla traversina e mantiene contro la tavola superiore della rotaja. Si aggiungono, come esempio, alcuni particolari sulla prima delle accennate lineo da Soderham a Berwick, che è forse la più florida.

Pendenze dominanti 1:100; una sola pendenza di 1,66, per % ed è la massima. Curve minime 360.m; costò L. 1,015,000 ossia per Chil. L. 57,670; questa spesa elevata fu causata in ispecie dal materiale mobile, che convenne procurarsi come se la linea fosse lunga tre volte più, e consiste in tre locomotive, 3 vetture e 60 vagoni. Dedotto l’importo di questi, la rimanente spesa equivale a L. 47,500 al Chilom. Le rotaje pesano 22,5 chil. al metro lineare; le locomotive pesano 13 tonn. compreso il