Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
86

L’aumento, sviluppatosi nel 1864, si arrestò nel 1866 per quattro ragioni; 1.° per l’epidemia; 2.° per l’epizoozia; 3.° pel ribasso delle tariffe delle ferrovie dello Stato, per cui questo le fa ora concorrenza da Anversa a Gand, passando per Malines, quantunque la distanza sia, così, maggiore di 21 Chilom; 4.° per la guerra della Prussia.

Furono le spese di eserc.° nel 1860 L. 489,235 o per chil.,ro L. 9,781,70. id. nel 1865. 464,876 id. ■ 9,297,50. id. nel 1604. 440,484 id. • 8,809,70.

Come vedesi, calando gl’introiti crebbero invece le spese, ciò che avvenne in parte per l’aumento dei prezzi dei combustibili ed in parte pel maggior numero dei convogli, fatti appunto per tentare di neutralizzare l’effetto della concorrenza della linea dello Stato. Infatti dividendo la spesa per ogni treno chilom. si trova ch’essa fu:

nel 1866 di L. 1,53. 1865».1,63. 1864 •.1,73. 1863.. 1,79

Nello stesso lasso di tempo, il percorso chilom. che nel 1863 era di 239,455 chilom. salì nel 1866 a chil.i 319,900, ciò che spiega la progressiva diminuzione della spesa per convoglio chilometrico, varie essendo le spese costanti ed indipendenti dal numero dei treni.

Onde comprendere il lucro fatto da questa Compagnia bisogna notare, che se la somma spesa pel primo impianto è quella sovraccennata, gli azionisti non isborsarono che L. 4,700,000; il resto è frutto di risparmi annuali e della parte disponibile dei fondi di riserva, su cui si prelevarono le somme, che s’impiegarono nel successivo aumento del valore capitale.

A titolo del versamento fatto, per ogni 500 lire sborsate, l’azionista ha un’azione ordinaria ed una privilegiata, entrambe del valore nominale di 500 lire; la somma delle due specie di azioni