Pagina:Le monete attribuite alla zecca dell'antica città di Luceria.pdf/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 12 —

e colla prora, tutti attribuiti a romani incerti, possono darsi alla zecca Lucerina antica, mentre la massima parte delle citta italiane le produssero anepigrafi.

3. Quincunce del peso once 4 ed 1/4.

Due specie di tede in legno decussate, ossia a croce greca. Rov. Lo stesso, e cinque globetti.

Questo nummo fu pubblicato dagli editori del Museo Kircheriano (al n.° 14 Tav. V. incerte), ma di un disegno assai mal congegnato, scusandosi di averlo così ricevuto delineato da’ loro corrispondenti di Parigi, ove quell’originale abbastanza logoro si dice esistere in quella Reale Biblioteca. È quella una precisa ruota a 4 raggi, col foro nel mezzo per immettervi l’asse. Il nostro è precisamente uniforme al solito della seguente classe, più piccolo coll’Archaic L.svg arcaico.

Quelle due tede incrocicchiate, o che altro simbolo sia, da’ diligenti autori succennati, fu reputata ruota a 4 raggi, ingannati dal citato infedele disegno. Ma la nostra, e le comunissime dell’altra serie coll’Archaic L.svg arcaico, non hanno affatto rappresentanza di ruota. Disse in proposito il lodato ch. Cavedoni (Spicilegio numismatico p. 16). «Il Sestini disse ruota anche altro tipo delle monete di Luceria simile ad una grande croce greca, ma non sembra altrimente ruota, mancando affatto il giro de’ quarti. Quel tipo somiglia assai alle due schegge di legna che decussate veggonsi poste sulle tede o fiaccole in monete metapontine, e quando fosser tali alluderebbero al nome Luceria, cioè luce».

Finchè una migliore spiegazione non possa darsi a questi simboli, li riterremo per tali, ma non ne siamo perfettamente persuasi, essendo tutta altra rappresentanza a noi ignota, ed assai difficile ad indovinare.

Agli estremi delle quattro punte sonovi de’ pezzi od ornati trasversi, che non sono nelle schegge decussate sovrapposte alle tede delle metapontine. Insomma sono tutt’altra cosa per ora indiciferabile, e differente assolutamente dalla ruota di otto raggi delle Lucerine coniate.

4. Triente di once 4 ed 1/4.

Fulmine. Rov. Clava, e sopra quattro globetti.

5. Quadrante di once 3 ed 1/4.

Astro a sei raggi che finiscono a punte. Rov. Delfino guizzante che si muove a sinistra, sotto tre globetti.

6. Sestante di once 3 meno 1/3. Molti altri ne possediamo, ma non maggiori del peso di once 2 ed 1/4.

Pecten o guscio di conchiglia. Rov. Astragalo, e due globetti.

7. Oncia del peso 1 oncia, e trappesi 2.