Pagina:Le opere di Galileo Galilei I.djvu/252

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

avvertimento. 249

role del testo (e queste in corsivo) in mezzo alle quali vengono a cadere, ancorachè non abbiano sempre relazione sintattica con esse.

Ad eccezione di un capitolo che fu steso parecchi anni più tardi, e che perciò sarà da noi dato al luogo che gli spetta nell’ordine cronologico, tutti gli studi intorno al moto, contenuti nel Tomo I della Parte I e nel I della III, appartengono al tempo in cui Galileo insegnò nello Studio di Pisa; e quando pur ne mancassero altri documenti, basterebbero a farlo presumere i ripetuti accenni alle celebri esperienze ch’egli esegui dalla Torre di Pisa intorno alla caduta dei gravi, e, più ancora, la scena del dialogo, che è a Bocca d’Arno. E probabilmente con le lezioni di Galileo a Pisa si riconnettono pure alcuni commentari sopra l’Almagesto di Tolomeo, ch’egli accenna in queste scritture (pag. 314) di aver già composti e d’esser tra breve per pubblicare; ma de’ quali ad ogni modo nulla è pervenuto fino a noi.