Pagina:Le prose e poesie campestri....djvu/253

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

dissertazione 237

quella cura instancabile ed erudita, con cui trattano, come tutte le altre cose, questa pure gl’Inglesi. Perchè, oltre la gran varietà delle piante, tra le quali ne vedi assaissime di forestiere ch’eglino hanno con sommo studio addomesticate, oltre tante loro avvertenze finissime, che lungo sarebbe il solo accennare, è incredibile, con quanta diligenza la cotica del prato educando vanno, e con que’ lor cilindri domando; mentre a maraviglia gli ajuta l’umidità del clima, e il frequente piovigginare, onde quella viva e forte verdezza, che molto di rado fuori si vede dell’Inghilterra. Senza che, ove sia vero, che la più parte degli uomini di buon gusto allettata resti e rapita da tali delizie, poco varrebbe ogni ragionamento contra esse vibrato, comechè giusto. Ed è anche una gran presunzione in favor loro l’andar vedendo il conto che i personaggi ne fanno più ingegnosi e dotti d’una tanto illuminata nazione, la qual non può credersi quanto si compiaccia di aver questa spezie di giardini