Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/363

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta 331

VISSUTE INVANO


     Povere suore,
chiudete il core,
coprite gli occhi
col vel raccolto,
chinate il volto
sino ai ginocchi!

     Dal vizzo petto
l’ultimo affetto
v’hanno strappato
e il vóto forte
come la morte
v’ha mutilato.

     Il cereo viso
senza un sorriso
s’affila e langue;
malsano e bianco
nel vacuo fianco
vi stagna il sangue.