Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/498

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
466 adjecta.


     Deh, come lieti tra le verdi fronde
cantavano gli augelli i novi amori,
come all’aura d’april le rubiconde
92corolle aprivan tripudiando i fiori,
come splendeano al sol le chiome bionde,
come ridevan gli occhi incantatori,
allor che il Paladin vinto si diede
96e per un bacio rinnegò la fede!