Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/556

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
524 adjecta.

ROMANZA

I.


     La quercia poderosa
che con le chiome dense
e con le braccia immense
4copria la valle ombrosa,

     che al verno, agli aquiloni,
come un leon ruggiva
e al maggio si copriva
8di nidi e di canzoni,

     la quercia fulminata
giace distesa al suolo
e l’ultimo usignolo
12ha pianto e l’ha lasciata.