Pagina:Leopardi - Canzoni, Nobili, Bologna 1824.djvu/142

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(142)

vorum OBEDIRENT? Aggiungi Bernardino Baldi, autore correttissimo nella lingua, e molto elegante: Ma CHE STIAMO Perdendo il tempo, e altrui biasmando insieme, Quando altro abbiam che fare?1? Ed altrove2: Ma CHE PERDIAMO il tempo, e non andiamo Ad impetrar da lei con quello che segue. Sia detto per incidenza che sebbene delle Egloghe di questo scrittore è conosciuta e riputata solamente quella che s’intitola Celeo o l’Orto, nondimeno tutte l’altre (che sono quindici, senza un Epitalamio che va con loro), e maggiormente la quinta, la duodecima e la decimaquarta, sono scritte con semplicità, candore e naturalezza tale, che in questa parte non le arrivano quelle del Sannazzaro nè qual altro si sia de’ nostri poemi pastorali, eccettuato l’Aminta e in parecchie scene il Pastor fido.

Ivi, 12. Altrice.

Credo che ti potrei portare non pochi

  1. Egloga 10, v. 16. Versi e Prose di Mons. Bernardino Baldi. Ven. 1590, p. 196.
  2. Egl. 11, v. 81, p. 209.