Pagina:Leopardi - Canzoni, Nobili, Bologna 1824.djvu/170

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(170)


tale aggettivo con tale sostantivo; perchè in effetto le menti degli uomini, credo bene che sieno quali di fumo, quali di vento, quali di rapa, quali d’altre materie, ma per quello ch’io sappia, non sono di ferro. Il che nè più nè meno sarà il senso letterale della metafora; cioè che quelle menti sieno di ferro, non già che sieno munite di ferro. E qui pecca il Vocabolario, che senza più mette l’esempio di Fra Bartolomeo tra gli usi metaforici di ferrato fatto da ferrare cioè munire di ferro, quando bisognava specificare appartatamente che ferrato s’usa talora in cambio di ferreo, non solamente nel proprio, ma eziandio nell’improprio, e quivi allegare il suddetto esempio. Al quale aggiungerò quello d’uno scrittore meno antico d’età e molto più ragguardevole d’ingegno e di letteratura che non fu quel buon Frate, cioè del Poliziano, che sotto la persona d’Orfeo dice a’ guardiani dell’inferno1: Dunque m’aprite LE FERRATE PORTE. Non può voler dire che queste porte sieno guarnite di

  1. Orfeo, At. 4 ed. dell’Affò, v. 16, p. 45.