Pagina:Leopardi - Canzoni, Nobili, Bologna 1824.djvu/185

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(185)


spiri accoglia. Ed io son un di quei CHE ’l pianger GIOVA. Il Poliziano usa il verbo giovare in questa significazione assolutamente, cioè senza caso. Quanto1 GIOVA a mirar pender da un’erta Le capre e pascer questo e quel virgulto!. E il Rucellai fra gli altri, adopera nella stessa forma la voce gradire. Quanto2 GRADISCE il vederle ir volando Pe i lieti paschi e per le tenere erbe! Dice delle api.


IV, 8. Me non asperse
           Del soave licor l’avara ampolla
           Di Giove,


Vuole intendere di quel vaso pieno di felicità che Omero3 pone in casa di Giove; se non che Omero dice una botte, e Saffo un’ampolla, ch’è molto meno, come tu vedi: e il perchè le piaccia di chiamarlo così, domandalo a quelli che sono pratici di questa vita.

  1. Stanze, l. 1, st. 18.
  2. Api, v. 199.
  3. Il. l. 24, v. 527.