Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/222

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


158 — destino di condurre una vita simile alla morte, e vivere, se pur 1’ ottengono, dopo sepolti. Ma il nostro fato, dove egli ci tragga, è da seguire con animo forte e grande; la qual cosa è richiesta massime alla tua virtù, e di quelli che 5 ti somigliano. 4 A virtù 2 dopo spogliati [usciti] di senso. — Ma dove che il fato — 4 richiesta alla — specialmente [massimamente] e a quella degli uomini cosi nati [tuoi simili].