Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/415

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Pag. 179, 16*17 * Nota la ragione artistica di quella lapidaria sentenza alla fine del capitolo» Pel concetto cfr. 1' Ecclesiaste VII, 2 « Melior est dies mortis die nativitatis *. Ma, secondo EURIPIDE (Bellerofonte, ap. STOB. Fior. ser. 96) era proverbiale pretto i greci : « xpaTlffTOV ttvat <p^vai PpOTÌo. Nello Zibaldone, Il 126: «Non turno dunque nati fuorché per tentire qual felicità tarebbe ttata te non fottimo nati » (18 febbr. 1821). Pag. 179, 19 - Allude il L. a una ditavventura occorta a lui stesso, come altri ha pentato, ricordando la moite di Teresa Fattorini (avvenuta il 30 tett. 1818), per cui egli avrebbe scritto la canz. giovanile Per una donna malata di malattia lunga e mortale > L* esame del primo abbozzo di questo pernierò nello Zibald., Il, 15-16 (8 gennaio 1821) fa crederò piuttotto ti tratti di un' ottervazione generale non legata a nettun caso personale. Pag. 180, 22 - Cfr. Zibaldone, I, 420. Pag. 180,25 - Cfr. Zibaldone, 111, 92. 115 • passim. Pag. 181, I • Zibaldone, 1, 207; III, 260, Pag. 181, 17 - A un pensiero oppotto ti accenna nello Zibaldone, VI, 400 (21 genn. 1824). Pag. 182, i7 - Zibaldone, I, 209. Pag. 183,4- OMERO, II., XXIV, 511. Pag. 183, 7~- « Non ignara mali miseris subcurrere disco » : VlRG. En., 1,634. Pag. 183, 12 - Cfr. topra il Proemio, pp. Vlll-lX. Pag, 184, 9 - Zibaldone, I, 134. Pag. 184,20 - Cfr. o. c.. I. 288. Pag. 185, Il - Cfr. o. c., I. 428. Pag. 185, 19 - Cfr. o. c., VI. 447. Pag. 188, 15 - Le parole di DONATO tu Virgilio tono: « Nam et in sermone tardissimum ac pene indocto similem fu ine Melissus tradidit ». Pag. 188,2) - VlRG. Georg. Il, 458: « O fortunatos nimium, sua si bona norint, \ agricolas l quibus ipsa procul discordibus armis | fundtt humo facilem vietum iustissima tellus... | At secura quies et nescia fallere vita, dioes opum oariarum, at latis olia fundis.... | non absunt ». Pag. 188,24 - Georg. Il, 485: « Rura mihi et rigui placeant tn vai- libus amnes, | Flumina amem silvasque inglorius ... ». Pag. 189, 16 - Pensiero del 25 sett. 1823, in Zibald., VI, 3-5. Pag. 190, 19 - Cfr. Zibald. 1, 345-6. Pog. 190,2) - Cfr. DANTE, Purg. XXX, I 18 : «Tanto pili maligno e più silvestro | Si fa il terren col mal seme e non colto, | Quant' egli ha piti del buon vigor terrestro