Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/284

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
278 nota

gere al frammento verseggiato anche cinque foglietti di appunti, che sembran presi in tempi diversi e pieni di incertezze e di variazioni vaghe, tra le quali non si riesce nemmeno a raccapezzare una trama o una traccia qualsiasi, che valga a farci vedere come il Leopardi sarebbe uscito dal ginepraio in cui s'era messo. Per queste ragioni s'è creduto opportuno sopprimer del tutto codeste pagine e anche una breve noticina, relativa appunto alla Telesilla, che si trova nel citato Supplemento a tutte le mie carte. Per contrario ho dato, riordinandolo come logica voleva, un frammento in prosa, edito disordinatamente fra gli Scritti vari (p. 392) senza titolo e indicazione di sorta, ma che indubbiamente si riferisce alla Telesilla. Vedasi al riguardo A. Monteverdi, in Giornale storico della letteratura italiana, LVI, 147 sgg.


IV

ABBOZZI E FRAMMENTI


1-2. Gl'Inni cristiani e l'Inno ai patriarchi vennero già pubblicati negli Scritti vari. Io v'ho aggiunte alcune noterelle che si trovano nel citato Supplemento.

3. La nota all'Ultimo canto di Saffo fu pubblicata dal Chiarini, Vita di G. L. (Firenze, Barbèra, 1905), pp. 190-1.

4. Il «Poema in forma didascalica » si trova tra i Disegni letterari pubblicati dal Cugnoni (Opp. inedite cit., p. 369 sgg.) e tra gli Scritti letterari curati dal Mestica (II, 270).


V

VERSI MORALI TRADOTTI DAL GRECO


Dagli Scritti vari, p. 106 sgg. L'autografo del frammento 4 reca di mano del Leopardi l'annnotazione: «Non si componga»: il che fa supporre che tra i Frammenti, che compivan tipograficamente il volume dei Canti, fosse mandato dapprima anche questo.