Pagina:Lettera sopra una medaglia nuovamente scoperta di Carino imperatore.djvu/8

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( VIII )

senza il S. C. solito contrassegno di tutte le monete di bronzo fabbricate in Roma ed in Antiochia nelle tre solite grandezze di metallo da Augusto fin’a Gallieno. Perciò crederei io tutte quelle medaglie doversi annoverare fra medaglioni, a quali benche non per la grandezza, nientedimeno sono similissime pel lavoro, e per l’importanza de rovesci che rappresentano, e molte ancora pe’ due metalli che spesse volte le compongono, talmenteche ogn’uomo mediocremente iniziato nell’antiquaria confrontando le grandi colle mezzane e piccole, facilmente s’accorgerà che egualmente distribuire, e distinguer si possono i medaglioni di metallo in tre classi, cioè in medaglioni più grandi del gran bronzo, e propriamente denominari con quel nome dagl’antiquarj, medaglioni di mezzana grandezza distinti per esser battuti senza il S. C. e per la bellezza del lavoro, e per l’importanza de rovesci, e finalmente in Medaglioni piccolissimi, i quali arrivano in fino a tempi di Costantino, della quale ultima classe è quello che io vi ho descritto. Accettate o Signori questa piccola offerta di novità Antiquaria come una dimostrazione della mia riconoscenza alle vostre grazie, e pieno di stima vi fo devotissima riverenza.


Delle Sigg. Vostre Illustriss.

Firenze 20. Luglio 1755.


Dev. et Obbl. Servit.
FILIPPO DE STOSCH.