Pagina:Lettere d'una viaggiatrice - Serao, 1908.djvu/102

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

dans venise la rouge 95




Gioiscano tutti, di questo successo, sempre più grande: prima di tutti e di ogni cosa, ne gioisca Venezia. Chiunque senta l’orgoglio delle infinite beltà che l’Italia contiene, chiunque senta che questo nostro paese, possiede le più ricche forme di seduzione dello spirito, ama Venezia con simpatia tenerissima: e soffrirebbe, come soffriva, di vederla sempre più cadere nel letargo e nell’obblìo: e poichè qualcuno o molti han trovato modo di darle una vita spirituale e materiale, decorosa, dignitosa, di accordo col suo carattere e con la sua espressione, poichè una voce o molte voci l’han fatta risorgere, oramai, e le hanno attirato tutto un mondo, intorno a lei, poichè questa incomparabile perla, fra le città italiane, rinnova i bagliori del suo oriente, la sua gioia è nostra. E di questo successo gioiscano, in loro cuore amoroso tutti quegli artisti, nostri e