Pagina:Lopez De Hoyos - Relatione della morte, et esequie del serenissimo principe Carlo, figliuolo del catolico re Filippo II re di Spagna et c., 1569.djvu/26

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

fanima. di fùa^ltezza. JDa quefio difetto allafefia di S. Lorenzo, dicci di ^Jgofio 3 molti Artefici s’occuparono in fabricarc il tm mulo 3 Zfy un firraglio,perchè il concordo dcllagente non interrompejfi quella regai pompafunebre. Furono coperte di corrotto tutte le tre ISlaui della Chieja in quefio modo. Nella parte più alta in quel chef poteua aggiungeref fìccòunafoazza di legname, laquale ueniua attorno per tutto il tempio 3 per lefuc nauì, er nella parte fuperiore di quella f ficcarono molti candelie ri con candele accefe, In quella centa 3 o foazzafurono in chiodate molte pezze diuelluto nero jdallequali pendeua* no i panni del corrotto fino a terra. A Tel uelluto 3 che come dico, circondali tutta la Chic ja 3 fi uedeuano attaccati molti feudi conforma Regale 3 ogni uno col lambeofracafjato per mezzo ♦ Et acci oche quelli 3 che non intendono ciò che fignifica quefio uocabolo ♦ jappiano, che uuoldire unfigno azurro 3 che fi mettefpr a farmaReale,che latrauerfa d’utia banda alfaltra 3 aa ciocheper quello s’intenda, che quell arma è di figliuolo he rede primogenito, & cheanchor non ha ber editato ♦ Et quefio figno haueuano tutti gli feudi con Parme. L’altare fi fece dinanzi il Maufoleo o fepoltura del Re don Pietro fotto un baldachino di uelluto nero molto gompofog?? confrontale di broccato nero,Sopra ilqualc itera una Croce di gran JSdaefià:fii candelieri alti lauot rati con bellifsimo arteficiotutto il refio appartinente.. al fin