Pagina:Macbeth.djvu/89

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
86 MACBETH

lady
Ah, storna
da ciò la mente!
macbeth
Ho l’anima assiepata
Di scorpi, o donna, e la cagion tu sai.
Banco e suo figlio vivono.
lady
Ma dritto
Non diè lor la natura ad una vita
Immortal.
macbeth
Questo è il mio solo conforto.
Dunque l’animo alziam. Pria che dispieghi
L’ali malaugurate il pipistrello,
Pria che dal cavo di corrosi tronchi
sbuchi lo scarafaggio, e col noioso
Ronzio saluti il dì che muore, un’opra
Di natura terribile compiuta
Verrà.
lady
Qual opra?
macbeth
Di saperla, o donna,
Innocente io ti voglio, acciò più lieta,
Per la breve ignoranza, ad essa applauda
Quando a fin sia condotta. - Or cala, o notte,
A coprir con la tua mano di sangue
L’occhio pietoso della luce, e spezza