Pagina:Manuale di economia politica con una introduzione alla scienza sociale.djvu/151

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[§ 123 1] conc. gen. dell’equil. econ. 141

versale e studiano le vie che potrebbero seguire per tornare indietro1.

123. Quando principiò l’evoluzione democratica che si svolse nel secolo XIX e che accenna a compiersi nel XX, parecchi pensatori videro chiaramente quale ne doveva essere la meta; ma le loro previsioni sono dimenticate, ora appunto che stanno compiendosi, e che finalmente l’uomo appartenente agli ultimi strati sociali intenderà e recherà nel concreto l’osservazione logica che «se l’espressione arbitraria della mia volontà è il principio dell’ordine legale, il mio godimento può essere anche il principio della ripartizione della ricchezza»2.

Ma a quel termine della presente evoluzione non si fermerà la storia; e, se il futuro non sarà interamente diverso dal passato, alla presente farà seguito altra evoluzione in senso contrario.


CAPITOLO III.

Concetto generale dell’equilibrio economico


1. Quanto precede aveva per scopo non già di dare la teoria, ma solo qualche esempio di una classe estesissima di fenonemi, di cui ben di rado


  1. Il prof. von Jagemann, che per dieci anni fece parte, pel governo badese, del Consiglio federale dell’Impero, e che è ora professore di diritto pubblico all’Università di Heidelberg, ha scritto un’opera pregevole, in cui esamina i mezzi legali che si potrebbero adoperare per sostituire, in Germania, il suffragio ristretto al suffragio universale.
  2. Stahl, Rechtsphilosophie, II, 2, p. 72.