Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


3ª Voce interna

Fiabe! L’aviazione non esiste.

1ª Voce interna

A cosa possono servire gli areoplani se non a distrarre i prigionieri?...

2ª Voce interna

Quando il cielo sarà popolato di veicoli come le strade della città...

3ª Voce interna

Chiuderanno anche quest’ultimo spiraglio. (Pausa. Poi ironicamente) Siamo delle bottiglie di vecchio vino al fresco in cantina. Ci colano un po’ di luce coll’imbuto, preziosamente per non sciuparne una sola goccia.

1ª Voce interna

Che brutte domeniche le nostre! Con questi pazzi che non cessano mai, mai, di urlare! (Effetto teatrale di antilogica: come se avessero udita questa frase, i pazzi tacciono, cosicché sembra pazzesca la frase seguente, urlata a squarciagola.) Miei cari pazzi furiosi, tacete! Tacete una buona volta!... (Risate) Le vostre grida non servono a nulla.

2ª Voce interna

Che bestia! Pretende di ragionare coi pazzi!

1ª Voce interna

Pazzi!... Pazzi!... Per modo di dire!... Se fossi lassù, saprei bene farli tacere... a legnate!...

104