Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/192

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Trasfiguratore

Si può perfettamente realizzare questa mia fantasia. Vedrete. E anche questa: le lave mi sembrano gli spiragli e gli sfiatatori delle macchine della nostra navigante Sicilia...

Realista

Irrealizzabile!

Trasfiguratore

Voglio inoltre rappresentare le lave come delle lunghe trincee in calcestruzzo profondo, bene riscaldate, e spavaldamente illuminate sotto gli occhi e il tiro del nemico.

Realista

Pure pazzie, egualmente irrealizzabili!

Trasfiguratore

Voi non riuscirete a frenare la potenza del mio genio inventivo. Si tratta questa sera di divertire il pubblico con lo spettacolo delle colate di lava. Le lave costituiscono il personaggio piú importante. In altri termini siamo due cuochi che non hanno a disposizione che del pesce, del magnifico pesce in abbondanza. Lave dunque in tutte le salse... Per esempio: le lave sono la ribalta di un palcoscenico di stelle e nuvole ballerine!

Realista

Salsa irrealizzabile!

Trasfiguratore

Ho visto un piccolo cratere che rappresenterò come lo strano ombelicolo dell’Etna partoriente con frange e nastri di carne al vento.


191