Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/206

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Lucia

Certo una macchina sola non può bastare. Ne occorrerebbero venti. Una sola, anche funzionando bene, finirebbe con l’essere schiacciata dalle pressioni delle parti.

Giovanni

cacciandosi pancia a terra sotto la macchina:

I congelatori sono in ottimo stato. Il ventilatore, no. È otturato da un carbone durissimo.

Lucia

Non puoi toglierlo?

Giovanni

È incastrato. Sembra fuso col metallo stesso. Anche la seconda ruota interna è deformata. Non capisco veramente più nulla. Tocco un ammasso molle. Si direbbe un corpo umano fracassato!

Lucia

Non è possibile!

Giovanni

Sí, sí, della carne! Questo è un braccio lacerato! Non ci vedo. Ora tiro fuori tutto.

Giovanni esce da sotto la macchina trascinando un cadavere di donna seminudo, mentre Lucia con curiosità guarda un piccolo blocco nero che è rotolato fuori con Giovanni.

Lucia! Lucia! Questo è il cadavere di Eugenia!


205