Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/390

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Il buongustaio

Mi permetterò di aiutarla, descrivendo questo paesaggio come lo vedo io. Al di là degli spalti di croccante splende il burro azzurro del mare... sotto un lattemiele di nuvole. (Si succhia un dito)

Simultanina

Cosi. Non si muova per pochi istanti! Col dito in bocca!

Il buongustaio

Se lei si sporge avrà l’acquolina nel contemplare la ghiaia dei cioccolatini... qualità Perfetti! Vuole? (Offrendo a Simultanina dei cioccolatini) Sono i migliori.

Simultanina

Veramente buoni.

Il buongustaio

Ne compero ogni mattina due etti e me li mangio andando al mio ufficio.

L’arruffatore

facendo capolino con Sportivo, Bibliofilo, Professore-poeta e Dongiovanni pubblicista snob che mostrano successivamente la testa fra le quinte:

Permesso? Vi credevo sola. A fra poco. Sintesi però, mi raccomando, caro Buongustaio. So che in amore la sintesi è ardua cosa. Si finisce sempre col dilungare... (Via)

Simultanina

Lei ha certamente altre cose buone nelle sue tasche gonfie... e in quel pacchetto...


389