Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/448

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’aviatore

Come mai, lei, infermiera, non sa di che male e quando è morta?

Simultanina

Si discute di questo caso eccezionale misteriosissimo. Molti asseriscono che non sia morta.

L’aviatore

Ciò mi contrarierebbe. Ho giù l’aeroplano nero carico di benzina. Quando trasporto i vivi risparmio benzina. Se non è morta come si spiegano queste preghiere?

Simultanina

Le preghiere sono uno sfogo igienico. Sente queste esclamazioni elogiative di rimpianto? Se Simultanina fosse viva la criticherebbero ferocemente.

L’aviatore

Lei la conosceva?

Simultanina

Dalla più tenera infanzia.

L’aviatore

Il suo nome, per piacere?

Simultanina

Simultanina.

L’aviatore

Come la povera morta. Evidentemente vi è una certa carestia di nomi! Io mi chiamo Rapido come il treno del pomeriggio. Sono ingegnere pilota e socio della Ditta Trasporti Funebri Aerei.


447