Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/481

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Imprecisi

L’inviteremo a pranzo. Cameriere, trote per quattro.

Sottili

a Rara che esce dalla sua cabina, in costume da bagno attillato e ricco accappatoio:

Signorina Rara, l’attendo da un’ora con un suo adoratore che desidera esserle presentato. Il nostro purtroppo preciso capostazione Imprecisi.

Rara

Buon giorno, Sottili Turbante. Lietissima di conoscerla. (A Imprecisi) Lei è quello del disastro di questa mattina?

Sottili

Precisamente. Ha dato la stazione in consegna al macchinista del diretto. E’ libero ormai dai suoi doveri coniugali ferroviari. E’ qui tutto per voi.

Rara

Mi annoio. Divertitemi.

Vocio confuso dell’arrivo del battello. Una folla di signore e signorine invade la terrazza dello stabilimento.

Imprecisi

Pranza con noi.

Rara

sedendosi:

Con piacere. Saremo però disturbati dalle solite signorine virtuose, svestitissime.

480