Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/519

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Alata


Cosí, se io vi amassi, voi mutereste parere sulle questioni importanti. Ah! Ah!...

Fongo


Non ridete di me. L’amore non è un’inferiorità. Il cemento armato altro non è che amore.

Alata


Ma il cemento armato spaziale, da noi inventato, ha come virtù la fermezza eterna. E il vostro si disgregherà.

Fongo


Sono fermo. Lo vedrete.

Alata


A voi lo spazio, Fongo.

Esce nell’aerodromo.

Ballamar

entrando con balzi allegri, seguito dagli allievi-architetti di Vasto:


Fongo, sei con noi?

Fongo

pensieroso:


Per chi? Contro chi?

Ballamar


Contro nessuno. Per il meglio.

Fongo


Il meglio mio è sicuramente il vostro?


518