Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/90

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Seconda sintesi

Fondale di stoffa azzurra. Davanti al fondale, un divano azzurro. Forte e Dolce, sfiniti e accasciati, camminano verso il divano cercando di non calpestare Rosso e Bianca i cui corpi sono coricati con le teste divergenti vicino alla ribalta e i piedi quasi uniti sotto il divano. Forte e Dolce si abbandonano sul divano.

Dolce.

Forte, caro ideale, più che divino, muoio! I tuoi baci mi hanno spremuta, schiantata! Concedi una tregua al mio spirito. Temo la pazzia o la morte.

Forte.

Anch’io sono mortalmente colpito dalla furibonda delizia dei tuoi baci. Sono vinto, vuotato.

Subito scattano in piedi Bianca e Rosso. Si stirano languidamente, poi si mettono a saltare pazzamente, mentre Forte e Dolce sembrano svenuti, immobili. I salti di Bianca e Rosso diventano frenetici. Allora Forte e Dolce scuotono il loro tor-


89