Pagina:Mastro-don Gesualdo (1890).djvu/414

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 406 —

cora a me, dovunque sarai, eccoti l’ultima parola di Isabella che amasti tanto! Ho resistito, ho lottato a lungo, ho sofferto... Ho pianto tanto! ho pianto tanto!... Addio! Partirò, andrò lontano.... Nelle feste, in mezzo alle pompe della capitale, dovunque sarò.... nessuno vedrà il pallore sotto la mia corona di duchessa.... Nessuno saprà quel che mi porto nel cuore.... sempre, sempre!... Ricordati! ricordati!...„