Pagina:Memorie per servire alla vita di Dante Alighieri.djvu/220

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

delle materie 211


Buonarroti Michelangiolo tenta d’avere da Leone X. le ceneri di Dante, pag. 149

— si propone d’erigergli nn magnifico deposito. ivi

Buonconte figlio di Guido da Montefeltro muore a Campaldino. 92

Busone da Gubbio poeta. 82

— cacciato della patria come Ghibellino. 110

— si trova in Arezzo con Dante, e stringe seco amicizia. ivi

— accoglie Dante nel suo castello di Colmollaro. 136-37

Buti Francesco spiega in Pisa la divina commedia. 189

— suo comento alla medesima. ivi


Cacciaguida primo degli ascendenti di Dante. 13

— ha due fratelli Eliseo e Moronto. ivi

— ha per moglie una Aldighieri di Ferrara 16

— ha un figlio per nome Aldighiero. 17

— da questo figlio prende il nome la famiglia Alighieri. 18

— milita sotto Currado III. imperatore. 29

— altro suo figlio per nome Preitenitto. 30

— muore in battaglia contro i Turchi. 29

Campaldino battaglia di 91

Cancellieri famiglia in Pistoja. 98

— si divide in due fazioni Bianchi e Neri. 99

— i capi di esse son fatti venire a Firenze. ivi

Cancellieri Neri s’accostano ai Donati, e Cancellieri Bianchi ai Cerchi, pag. 99

Cane della Scala signor di Verona, 122

— gli è indirizzata una epistola da Dante. 182-83

— la cantica del Paradiso gli è dedicata da Dante. 182

Cante Gabbrielli da Gubbio potestà di Firenze. 104

— esilia Dante. ivi

— sua sentenza contro Dante (n) 105

— conferma detta sentenza con altra in cui condanna Dante ad esser bruciato vivo. (n) 106

Carlo d’Anjou vince Manfredi. 60-61

— viene a Firenze. 62

— di Valois chiamato in Toscana. 100

— parte di Francia per andare in Sicilia contro Federigo. 102

— gli sono spediti ambasciatori a Bologna dai Fiorentini. ivi

— dichiarato dal papa Conte di Romagna ec. ivi

— spedisce da Siena ambasciatori a Firenze. 103

— entra in Firenze. ivi

— cerca rimuovere dal governo i Bianchi. 104

Casella amico e forse maestro di Dante nella musica. 67

Castravilla Ridolfo critica la divina commedia. 83-84

Cavalcanti Guido ved. Guido

Cecco Angelieri poeta. 82

— d’Ascoli 83

— insegna a Bologna, (n) ivi

— bruciato in Firenze. ivi