Pagina:Milani - Risposta a Cattaneo, 1841.djvu/210

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


lxviii

F) Quanto sottrarre si debba da questo prodotto depurato del fondo!

per livelli in denaro, se ve ne sono,

per ispese di consorzj d’irrigazione, di scolo, e di difesa.

G) Quanto rimanga, dopo queste sottrazioni, del valore depurato.

JB) Quanto sottrarre si debba, da ciò che rimane del valore depurato, per conto imposte pubbliche d’ogni sorta erariali e comunali. Se tornasse impossibile, od almeno difficile, il poter determinare qual parte dell’imposta totale, annua e media dell’intiero fondo attribuire si debba alla parte che si escorpora, allora per conto imposte d’ogni genere si sottrarrà il quarto della rendita depurata, come prescrive il regolamento 9 giugno 1826, e la notificazione governativa 15 novembre 1835.

E co. * si avrà la rendila netta annua media della parte, o delle parti del fondo comprese in ciascuna minuta di stima.

I) In fine si passerà dalla rendita netta al valor capitale in ragione di lire 100 di capitale per ogni lire 5 di rendita, e questo valor capitale definitivo di ciascun fondo da occuparsi sarà espresso, prima nella moneta in corso nella provincia, incominciando dalle lire, poi in lire austriache.

11. ° In ciascuna minuta di stima, alla fine e dopo la valutazione del valore capitale, si dovrà accennare se il fondo, a cui il pezzo di terreno estimato si riferisce, verrà o no sensibilmente dissestato col passaggio.della strada, e quindi se vi sia o no titolo ad un compenso per diminuzione di pregio.

Nel caso che vi sia titolo ad un simile compenso, si dovrà anche esprìmere in qual somma si potrebbe equamente stabilirlo, prendendo possibilmente una parte aliquota del valor capitale della stima.

12. ° In ciascuna minuta di stima, e dopo il cenno sui compensi per diminuzione di pregio, saranno riepilogate di nuovo le classi delle piante che si devono atterrare, ed iJ numero di esse in ciascuna classe, attribuendo a queste piante ( considerandole secondo ì caso, o come legnami da fabbrica, o come legna da fuoco ) il valor capitale che posso?

meritare sul luogo. Questa stima de’ legnami viene fatta al doppio intento, o di cederli*!

proprietario del fondo, a conto del valore del fondo, s’ egli vuole riceverli, o di poffl» vendere immediatamente all’asta appena tagliati, onde risparmiare ogni spesa di trasprt° onde evitarne ogni derubamento, ogni dispersione.

13. ° Per ciascuna sezione, oltre il libro delle minute di stima, vi sarà un altr libro

intitolato « Indice ed epilogo delle stime della sezione.... da a », ^presso

in finche, e proprio nelle seguenti:

I. Cognome e nome del proprietario secondo V ordine della lettera d’ alfbeto.

IL Numero arabico sotto cui è estesa la minuta di stima.

IH. Superficie totale occupata in misura della provincia, ed in misura ensuaria.

IV. Coltivazione (e qui si terranno separate le coltivazioni diverse conprese in ciascuna minuta di stima ).

V. Superficie occupata per ciascuna coltivazione in misura della p^vincia, ed in pertiche censuarie.

VI. Valore capitale del fondo espresso ia ciascuna minuta di stma ia lire della provincia, ed in moneta austriaca.

VII. Sopraprezzo per diminuzione di pregio in lire della proviicia ed in moneta austriaca.

i Google