Pagina:Nozioni sul progetto per la strada di ferro tra Milano e Venezia, 1838.djvu/13

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

5

e con indefesso zelo: uniti agli ingegneri dei varj paesi cooperano con somma attività ai rapidi progressi dell’impresa sostenuta digià da fondi più che sufficienti. La parte la più difficile di questi lavori preparatori, la laguna di Venezia ed il ponte che deve attraversarla, è già molto avanzata, e si sta già eseguendo la livellazione dello spazio fra Venezia e Vicenza, mentre nello stesso tempo si stanno intraprendendo sulla parte Lombarda i lavori fra Milano e Brescia.

Essendo ora le disposizioni preparatorie per l’esecuzione della grandiosa impresa portate fino a questo punto, potrà per avventura non essere senza interesse per i nostri lettori una compendiosa esposizione dei risultati fin qui ottenuti sì intorno alla direzione della linea da percorrersi dalla strada, come intorno alla spesa della costruzione ed al presumibile prodotto della strada stessa calcolato sull’attuale movimento. In questa esposizione noi ci atteniamo allo scritto pubblicato con lusso tipografico dalla Società sotto il titolo: Strada ferrata da Venezia a Milano, Venezia 1837: il quale contiene i documenti presentati all’adunanza generale con una carta che mostra la direzione della strada, i locomotivi e mezzi da trasporto, non che la veduta del ponte sulla lacuna, e la spiegazione degli oggetti: carta che trovasi pure unita a questo Rapporto.

Il problema il più difficile a sciogliersi, prima dell’incominciamento dei lavori, era incontrastabilmente la scelta di una linea che soddisfacesse a tutte le condizioni. Il piano ideato in proposito, il quale è esaminato in una bellissima memoria del notissimo dotto letterato dottor Carlo Cattaneo, nominato poscia secretario della sezione lombarda; contenuta nell’operetta qui sopra indicata, approfittando delle esperienze fatte negli altri paesi, parte