Pagina:Orlandino.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

21


Chiunque senza proposito dicea
     scomunicata honoranda bugia
     de iure acquisteria quella giornea
     c’hauerla indosso era una signoria
     e tanto gloriosa si tenea
     ch’unaltro sfodri altra coglionaria
     o menzogna tanto è, che la sua passi
     in altro modo la giornea non dassi

Terigi il paggio d’Orlando hauea cura
     di ricamarne quel che meglio frappa
     apunto Astolfo gentil creatura
     che a dir folate se sbandendo scappa
     e meglio sa contar una sciagura
     che uno Spagnuol non sa portar la cappa
     cominciaua ad intrar sul ciel del forno
     quando ognun sente un crudel suon di corno.

Goffi perchè sappiate un Almansore
     assai piu che un fachin asin gagliardo
     della Sabomia altissimo signore
     qual mul uizioso altier com’un bastardo
     era quel che sonaua a gran furore
     dal quinci al quindi nominato Cardo
     Cardo Almansor si chiamava il pagano
     che porta per cimier Hettor Troiano