Pagina:Pisacane - Saggio sulla rivoluzione.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Capitolo Terzo



IX. Diritto di proprietà. — X. Governo. — XI. Dichiarazione di principii. — XII. Ricapitolazione.


IX. I legami indissolubili che esistono fra nazionalità e libertà, le condizioni da cui quest’ultima non può scompagnarsi, gli inconvenienti che si riscontrano nell’unità, come nella federazione, sono stati svolti nel precedente capitolo. Opera, diranno molti, di sola distruzione, perocchè niuna sostituzione s’è fatta in loro vece. La risposta è semplicissima: voi, che dagli individui pretendete sapere con quali ordini la società debba ricostituirsi, sconoscete affatto le leggi dell’eterna repubblica naturale, sconoscete i diritti dell’intera nazione, e pretendete sostituire il concetto di un uomo, alla ragione universale.

Ogni nazione, lo abbiamo provato con la storia, deve sottostare al proprio fato, che, i rapporti sociali, il suo passato con le sue tradizioni, il presente, l’indole del popolo, le sue correlazioni co’ vicini costituiscono. Ogni nazione prossima ad un rivolgimento, nasconde nel suo seno il futuro reggimento, le sue future sorti; esse non attendono a svilupparsi, che una causa, la quale turbando l’equilibrio la precipiti nel moto. L’avvenire d’un popolo, facendo accurato studio sulla sua ragione storica, su i suoi rapporti sociali... può comprendersi nel suo insieme, come uno scienziato comprende la scienza, ma non può manifestarsi, che da una serie