Pagina:Postuma.djvu/151

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Postuma Sacchetti 144.jpg



LXXIII.


AD UN POETA


 D
EH, perchè levi nel tumulto il canto
    E sveli disperato il tuo dolor?
Ride il mondo, nol sai? del nostro pianto:
4 Premi l’angoscia del tradito amor.

Piangi, ma piangi sol nel tuo segreto,
    Poichè menzogna è l’amistà quaggiù,
Il nome di fratello è un nome vieto,
8 Una fola bugiarda è la virtù.

Al tuo martirio cupida e feroce
    Questa turba cui parli accorrerà;
Ti verranno a veder sulla tua croce
12 Tutti, e nessuno ti compiangerà.