Pagina:Postuma.djvu/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
96 postvma.


Mi levo adesso dal codardo oblio,
       Le mie catene spezzo,
Mi vergogno di te, dell’amor mio;
       16Mi levo e ti disprezzo.

Or di’, se il vuoi, che per te sola ho pianto
       Vinto, curvato, umile;
Io, te straziando nell’audace canto,
       20Dirò quanto sei vile.


Postuma Sacchetti 100.jpg