Pagina:Praga - Le madri galanti.djvu/138

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


zia. Maria.

Fate, fate, io vado ad aggiungere qualche cosa al baule della viaggiatrice.

Domestico. (sella porta) Donna Matilde Foschi chiede parlare al signor avvocato. Salvi. (sorpeso). Ella ! che vuol da me ? (al domestico) ditele che sto per partire ; no... aspettate... fatela entrare. (il domestico esce) Che vorrà ella mai? Matilde. (entrando). Signor avvocato... Salvi. Signora... Matilde. Voi mi trovate ben pallida e ben dimagrita, signor Salvi... Salvi. Non vi avevo osservato molto attentamente. Matilde. Oh ! gli è che questi pochi mesi sono stati dieci anni per me. Voi invece... con una sposa... Salvi. Scusatemi... qual è il motivo della vostra visita ? Matilde. Tutta una storia , tutta una storia dolorosa, che volge a una catastrofe... - Ho bisogno di voi. Salvi.